image_print

“Convivio di Persone&Conoscenze”

Un importante e coinvolgente appuntamento per fare “convivere” esperienze, punti di vista, narrazione e conoscenza

 

Il 13 aprile sono stato ospite del “Convivio di Persone&Conoscenze”, organizzato come ogni anno dalla  Casa Editrice ESTE . L’importante incontro, dedicato alla Direzione del Personale e ai servizi, alla consulenza e alla formazione per chi si occupa di persone nelle organizzazioni, ha avuto sede all’ Hotel Michelangelo  di Milano, in Piazza Luigi di Savoia.

L’appuntamento di quest’anno rappresentava pure il decimo compleanno dell’evento. Anche per questo è stato per me un piacere particolare poter inaugurare la giornata attraverso un colloquio con  Francesco Varanini , direttore della rivista Persone&Conoscenze.

Il Convivio costituisce oggi un grande incontro per fare, per l’appunto “convivere” esperienze, punti di vista e convivialità. Uno spazio all’interno del quale, attraverso l’arte della narrazione, si costruisce conoscenza.
Durante il dialogo con Francesco Varanini è stato dato ampio risalto al tema dell’Economia della Consapevolezza, che tanto mi sta a cuore, come ben sapete.
Si è parlato inoltre del ruolo decisivo che autoconoscenza, empatia e coraggio rivestono nel guidare l’agire delle persone, anche all’interno delle aziende.
Si è parlato della differenza tra potere e responsabilità, ma anche della differenza tra imparare e comprendere.

Ciò che infatti distingue la saggezza da una conoscenza nozionistica e superficiale è la pratica, l’osservazione dei fenomeni durante il loro accadimento e la consapevolezza della realtà delle cose che succedono, al di là della trappola della loro lettura superficiale, offerta invece dalle sole emozioni.

L’essere umano non deve mai rappresentare il mezzo, ma il fine ultimo del processo produttivo. E ciascuna persona deve essere inserita in un contesto in cui l’informazione è patrimonio di conoscenza liberamente circolante e fondamento su cui si costruiscono consapevolezza e orientamento verso un fine comune.
La dignità di essere nel fare rappresenta, infatti, il valore fondante di tutte le persone che, insieme, costituiscono quell’Organismo Vivente che è l’impresa.

È stato uno scambio di opinioni davvero stimolante e arricchente. Per vedere il video integrale del colloquio cliccate su questa immagine:

Convivio            Niccolò

about rossella

Per commentare questo articolo, utilizza il box della rubrica Parla con Niccolo Branca.