image_print

Castel di Luco e PaggeseNella notte del 24 agosto 2016 l’Italia centrale è stata scossa da un terremoto di magnitudo 6.0, con epicentro fra Lazio e Marche, che ha causato più di trecento vittime, altrettanti feriti e distrutto intere località.
Cinque mesi dopo, Ascoli Piceno è stata teatro di un evento che mi ha coinvolto direttamente. Un evento di formazione personale e professionale senza precedenti, che terremoto_lazioperò è stato soprattutto uno straordinario evento di solidarietà a sostegno verso i luoghi colpiti dal sisma.

Così, il 14 e 15 gennaio scorsi, mi sono unito a un gruppo di 48 personaggi. Erano formatori, imprenditori, artisti, esponenti del mondo della cultura, campioni sportivi, protagonisti di straordinarie esperienze personali e professionali. Ecco alcuni nomi: Pupi Avati, Sebastiano Zanolli, Max Damioli, Giorgio Nardone, Roberto Re, Igor Sibaldi, Matteo Salvo, Maurizia Cacciatori, Arrigo Sacchi, Alfio Bardolla,  Alessandro Rimassa, Sergio Borra, Marina Salamon, Franco Angioni,  Eusebio Gualino, Daniel Poster personaggiLumera, Filippo Ongaro, Max Calderan, Cecilia Sardeo, Leonardo D’urso, Diego Ingrassia,  Italo Pentimalli, Oliviero Toscani,  Fabio Zaffagnini, Josefa Idem, Francesco Tesei.
Insieme, abbiamo contribuito a dare vita al più grande corso di formazione mai tenuto in Italia, il cui ricavato è stato interamente devoluto alla ricostruzione del nuovo plesso sportivo di Aquasanta Terme, il paesino piceno duramente colpito dal terremoto.

I nostri speech si sono alternati sul palco del Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno, di fronte a un pubblico di più di 800 partecipanti pTeatro esternoaganti. Invece la presenza e gli interventi di noi relatori, il lavoro dello staff e delle imprese organizzative coinvolte, è stato tutto puro volontariato. Una partecipazione a costo zero, affinché l’intero ricavato dell’operazione fosse destinato alla ricostruzione. Donne e uomini accomunati – come scrive Marcello Mancini nelle conclusioni del libro – “dalla passione per la crescita personale e la voglia di una nuova coscienza civile, con la consapevolezza che tra il dire e il fare… c’è sempre il fare e qualche volta anche il dare”.

Il volume appena uscito “DireFare – Pensieri e azioni per l’Italia”, Roi Edizioni, è dunque il frutto di quell’esperienza.Copertina_DIREFARE-kQK--1280x960@Produzione
È un documento unico che raccoglie l’eccellenza della formazione per il business e per lo sviluppo personale. Riunisce infatti tutti i contenuti più attuali della formazione e della crescita personale, un concentrato dei migliori principi per attivare comportamenti virtuosi nella propria dimensione umana e professionale: la prestazione individuale (nelle imprese estreme e in quelle quotidiane), la leadership e il senso della squadra, le nuove regole NBdel business e della finanza nell’età digitale, la creatività e il talento, il genio e la responsabilità imprenditoriale, la resilienza e la capacità di superare le difficoltà, le fonti del benessere e dell’equilibrio personale.
Sul sito DireFare è possibile anche acquistare la Training Box con tutti gli interventi integrali e le slide di questo corso di formazione senza precedenti.

Il grande evento è stato ideato e organizzato da Marcello Mancini e Sara Pagnanelli, proprietari di Roi Group, con il patrocinio della Regione Marche, dei Comuni di Ascoli Piceno e Acquasanta Terme.Assegnone La gestione dei fondi è stata affidata a un notaio, per certificare la totale trasparenza dell’operazione.

Vi invito quindi ad acquistare il libro DireFare e contribuire così alla costruzione della palestra per i bambini di Acquasanta Terme. Roi Edizioni devolverà alla sua edificazione l’intero ricavato della vendita dei libri e delle Training Box.
Concludo con le significative parole di Marcello Mancini: “Si dice che la vita è per il dieci per cento ciò che ci accade e per il novanta per cento come reagiamo”.

Niccolò


 

about rossella

Per commentare questo articolo, utilizza il box della rubrica Parla con Niccolo Branca.