image_print

Vesak 2020: “Torniamo a vivere”

L’esperienza del Coronavirus può trasformarsi in un’eredità interiore capace di vera trasformazione?

 

È questa la domanda con cui l’Unione Buddhista Italiana ha coinvolto alcuni personaggi rappresentativi di diversi settori della società, per una comune profonda riflessione sul nostro sistema di vita.

La diretta streaming, dal titolo “Torniamo a vivere” è stata trasmessa da tutti i canali social dell’UBI il 30 maggio, giornata dedicata al Vesak: la tradizionale festività in cui si commemora la nascita, l’illuminazione e il parinirvāṇa del Buddha storico.Vesak 2020: “Torniamo a vivere”

In questa giornata di celebrazioni e confronti ad alto livello, Stefano Bettera – membro del direttivo UBI e moderatore dell’evento – ha condotto la discussione sulla necessità di definire un nuovo paradigma. Per affrontare e convivere con la fragilità, per immaginare nuove relazioni sociali, per ripensare il nostro sistema di vita sul pianeta.
Perché la pandemia è indubbiamente una prova ardua, ma questa esperienza può trasformarsi in un’eredità interiore capace di reale trasformazione.

La ripartenza potrebbe essere allora un’occasione per reinventare anche i luoghi dello stare insieme, della musica, dell’arte, della cultura, dell’economia, dell’educazione, del pensiero e dello spirito.

Condivido con voi il video del mio intervento, a cui fa seguito l’esaustivo articolo firmato da Marco Dotti e pubblicato su Vita.it , completo di tutte le partecipazioni alla diretta streaming.

                                                                                       Niccolò

 


Vesak 2020: attraversiamo una crisi economica o una crisi di senso?

about rossella

Per commentare questo articolo, utilizza il box della rubrica Parla con Niccolo Branca.